LO STATO DELL’ARTE-1

 

In Italia ad occuparsi di cultura romena sono/siamo in quattro pisici…Nel simpatico gruppo felino non si parla spesso d’arte (romena, of course). Se poi alla parola arte ci aggiungiamo l’aggettivo contemporanea, allora pigliatevi lo spesso e trasformatelo in mai. Senza volermi trasformare in un ABO dei poveri o se preferite in una Ileana Pintilie della domenica ho deciso di spiattellare qualche dritta sui tempi supplementari della movida artisticocarpatina. L’aperitivo ve lo offro con Daniel Gontz un giovanotto di Bucarest che si è preso cura delle fontane del famigerato Viale della Vittoria del Socialismo facendone fuoriuscire acqua colorata. Non tanto un ammicco alle problematiche ecologiste, quanto un’inserzione nell’architettura cerimoniale del centro di Bucarest. “Oggi – spiega Gontz – l’architettura comunista che si estende da Piazza Unirii fino alla Casa Poporului ha assunto uno strano aspetto festivo e,  attraverso alla cortina formata dalle insegne pubblicitarie, talvolta grottesco”. La performance in qualche modo è un collante tra due dimensioni della storia recente. Un gesto ambiguo che può provocare panico o gioia. Una sorta di réclame per un prodotto inesistente con cui rigenerare il corpo monco del centro di Bucarest.
Buon appetito.

Advertisements

0 Responses to “LO STATO DELL’ARTE-1”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




agosto: 2007
L M M G V S D
    Set »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 59,190 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Vujovic: Non esiste un partner per la privatizzazione di Montenegro Airlines 23 febbraio, 2017
    Podgorica - Il membro del Consiglio di privatizzazione, Branko Vujovic, ha affermato per il quotidiano montenegrino Dan che la società Montenegro Airlines (MA) non è stata inserita nell'elenco delle società che saranno privatizzate nel corso dell'anno corrente, perché non esiste nessun partner strategico interessato ad acquistare le sue azioni, spi […]
  • Montenegro un punto di contatto del Gasdotto Ionico-Adriatico 23 febbraio, 2017
    Podgorica - Il Ministro dell'Economia del Montenegro, Dragica Sekulic, ha affermato, giovedì 23 febbraio a Baku, durante la terza riunione dei Ministri del Consiglio consultivo del Corridoio meridionale del gas, che i Paesi della regione e dall'Unione Europea hanno riconosciuto il Montenegro come un partner sicuro e stabile nella realizzazione del […]
  • Nuovo Governo della Fyrom-Macedonia a marzo, partito di opposizione SDSM accetta condizioni partiti albanesi 23 febbraio, 2017
    Skopje - Il leader del partito di opposizione Unione socialdemocratica di Fyrom-Macedonia (SDSM), Zoran Zaev, formerà il nuovo Governo macedone dopo che ha raggiunto un accordo verbale con i partiti albanesi in quel Paese ed ha accettato tutte le loro condizioni.   Dopo i partiti albanesi Besa e Alleanza per gli Albanesi, l'SDSM è stato sostenuto anche […]
  • Aereo ucraino Antonov 124 non ha trasportato armi dalla Croazia in Arabia Saudita 23 febbraio, 2017
    Zagabria - L'aereo ucraino Antonov 124, che alcuni giorni fa ha portato il carico per l'Arabia Saudita, non ha trasportato le armi, come si speculava sui social network, ma ha trasportato le parti delle centrali idroelettriche che sono prodotte a Medjimurje, riferiscono, giovedì 23 febbraio, i media croati. Tomislav Mak, proprietario della società […]
  • BiH: Nuovo percorso dei migranti verso l'UE 23 febbraio, 2017
    Sarajevo - Dopo che sono state bloccate le rotte dei migranti che in precedenza passavano dalla Serbia attraverso l'Ungheria e la Croazia, i migranti trovano sempre di più la strada verso l'Europa occidentale tramite la Bosnia-Erzegovina e solo negli ultimi sette giorni presso il valico doganale di Raca sono stati scoperti 15 clandestini provenient […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: