Anilina e Profondo Rosso

Dopo uno smisurato silenzio riprendo un po’ di Catrafuse. Tra le novità eclatanti c’è il mio rientro in Friulistan o, per meglio dire, l’avvio di una sorta di pendolarismo tra joi ce bjel cistjel a Udin (cito Toniutti che cita wikipedie furlane) e la terra di Vlad Tepes. E questo meriterebbe già un capitoletto o almeno un tele-ro-manzo, perché alla fine le logiche italoudinesi non mancano di un certo aroma balcanico. Poi c’è l’incubo dell’ADSL che non ho ancora risolto…il governo che cade…l’inverno che è alle porte ecc. ecc. Decido invece di ripartire da dove finiscono tutte le strade, ossia da Roma. Ormai è storia, anzi cronaca: un tizio, occhialoni e cappellaccio, ha tinto di rosso la Fontana di Trevi diluendovi nelle acque un colorante innocuo per i marmi e il resto del vascone: l’anilina. Prima riflessione: a me la parola anilina piace. È un palindromo. Come ossesso oppure come ele fac cafele. Seconda riflessione: sembra che il barone rosso – Graziano Cecchini – abbia lasciato anche un volantino esplicativo. Non l’ho letto, ma a quanto pare sbrodola di futurismo, con tanto di eja finale. In ogni caso a me il fontanone arrossato è piaciuto. Alla TV e sui giornali invece si è parlato di scempio, vandalismo, barbarie…si è mossa persino la DIGOS! Che l’acqua nel frattempo fosse tornata color cloro e il marmo bianco smagliante è interessato poco.

Terza riflessione:

In agosto, come scritto a suo tempo su Catrafuse, Daniel Gontz, giovine artista bucarestino, ha trasformato in technicolor le acque delle fontane del Viale della Vittoria del Socialismo. Gesto gradito ai più. È vero, Casa Poporului non è esattamente Palazzo Poli, né Ceauşescu Papa Clemente XII, e i suoi architetti forse manco sapevano chi fosse Nicolò Salvi, Gontz però non l’hanno indagato, anzi la tinta gliela aveva ordinata il sindaco della scassata capitale romena.

Quarta riflessione: la fama della Fontana di Trevi è indissolubilmente legata alla voglia di dissacrarla. La si riempie di monetine, ci si mena per recuperarle, Totò la vende agli americani, ci fa il bagno Anita Ekberg…e allora perché tanta indignazione se qualcuno vira al rosso – delebile – il colore delle sue acque?

Quinta riflessione: Christo e Jeanne Claude da mezzo secolo intervengono su edifici, monumenti, isole, prati, spiagge, canyon e altro impacchettandoli, avvolgendoli, imballandoli, circoscrivendoli… Usano chilometri di materiali tessili, plastica, tonnellate di chiodi, metri e metri di corde, cavi, viti, pali. Lasciano in piedi il loro intervento per qualche mese e poi smontano, puliscono e rimettono tutto in ordine. Come fosse anilina.

Il carattere è Palatino Linotype

Advertisements

0 Responses to “Anilina e Profondo Rosso”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ottobre: 2007
L M M G V S D
« Set   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 59,658 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Russia paga debito clearing alla BiH e chiede pagamento debito per il gas durante la guerra 27 aprile, 2017
    Sarajevo - Il Governo della Russia avvierà l'offensiva del pagamento del debito per il consumo di gas della Bosnia-Erzegovina, in tempo di guerra, riferisce Faktor da fonti ben informate, il 25 aprile. Proprio tale questione sarà il tema principale dell'incontro ministeriale tra il Governo della Federazione Russa e il Consiglio dei Ministri della B […]
  • Parlamento ha sostenuto adesione del Montenegro alla NATO, DF ha organizzato proteste 27 aprile, 2017
    Podgorica - Il Parlamento del Montenegro, durante la sessione tenutasi, venerdì 28 aprile a Cetinje, ha sostenuto l'adesione del Montenegro alla NATO, riferisce la RTCG. Oltre alla coalizione di Governo, la presente decisione ha anche ottenuto il sostegno dei deputati del Partito socialdemocratico (SDP), l'unico partito di opposizione che ha partec […]
  • NSKP ha nominato il direttore fuori dalla procedura prevista dalla legge 27 aprile, 2017
    Podgorica - I comproprietari della società Novi duvanski kombinat Podgorica (NDKP), il governo del Montenegro e la Capitale montenegrina, hanno permesso all'investitore arabo BMJ Industries FZ - LLC, di presentare e nominare saltando le norme legislative, un altro direttore esecutivo della NDKP, Gabriele Arveda, ha riferito, il 18 aprile, il quotidiano […]
  • Russia ha vietato importazione di vino proveniente dal Montenegro 27 aprile, 2017
    Podgorica - Il servizio russo per la supervisione in materia di tutela dei consumatori, Rospotrebnadzor, ha vietato l'importazione del vino del maggiore produttore in Montenegro, la società "Plantaze 13. jul",  a causa della scarsa qualità e sicurezza, ha riferito, mercoledì 26 aprile, il portale Seebiz. Il Ministero russo competente ha comuni […]
  • Raccolte 79 firme, Petrov non è più presidente del Parlamento 27 aprile, 2017
    Zagabria - Il Vice Presidente del Parlamento croato, Gordan Jandrokovic, ha confermato, quest'oggi 28 aprile, che sono state raccolte 79 firme per la votazione di sfiducia di Bozo Petrov, il quale ha perso la legittimità democratica e non gode più della maggioranza. Jandrokovic ha inoltre confermato che è stata presentata la richiesta per il licenziamen […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: