Anilina e Profondo Rosso

Dopo uno smisurato silenzio riprendo un po’ di Catrafuse. Tra le novità eclatanti c’è il mio rientro in Friulistan o, per meglio dire, l’avvio di una sorta di pendolarismo tra joi ce bjel cistjel a Udin (cito Toniutti che cita wikipedie furlane) e la terra di Vlad Tepes. E questo meriterebbe già un capitoletto o almeno un tele-ro-manzo, perché alla fine le logiche italoudinesi non mancano di un certo aroma balcanico. Poi c’è l’incubo dell’ADSL che non ho ancora risolto…il governo che cade…l’inverno che è alle porte ecc. ecc. Decido invece di ripartire da dove finiscono tutte le strade, ossia da Roma. Ormai è storia, anzi cronaca: un tizio, occhialoni e cappellaccio, ha tinto di rosso la Fontana di Trevi diluendovi nelle acque un colorante innocuo per i marmi e il resto del vascone: l’anilina. Prima riflessione: a me la parola anilina piace. È un palindromo. Come ossesso oppure come ele fac cafele. Seconda riflessione: sembra che il barone rosso – Graziano Cecchini – abbia lasciato anche un volantino esplicativo. Non l’ho letto, ma a quanto pare sbrodola di futurismo, con tanto di eja finale. In ogni caso a me il fontanone arrossato è piaciuto. Alla TV e sui giornali invece si è parlato di scempio, vandalismo, barbarie…si è mossa persino la DIGOS! Che l’acqua nel frattempo fosse tornata color cloro e il marmo bianco smagliante è interessato poco.

Terza riflessione:

In agosto, come scritto a suo tempo su Catrafuse, Daniel Gontz, giovine artista bucarestino, ha trasformato in technicolor le acque delle fontane del Viale della Vittoria del Socialismo. Gesto gradito ai più. È vero, Casa Poporului non è esattamente Palazzo Poli, né Ceauşescu Papa Clemente XII, e i suoi architetti forse manco sapevano chi fosse Nicolò Salvi, Gontz però non l’hanno indagato, anzi la tinta gliela aveva ordinata il sindaco della scassata capitale romena.

Quarta riflessione: la fama della Fontana di Trevi è indissolubilmente legata alla voglia di dissacrarla. La si riempie di monetine, ci si mena per recuperarle, Totò la vende agli americani, ci fa il bagno Anita Ekberg…e allora perché tanta indignazione se qualcuno vira al rosso – delebile – il colore delle sue acque?

Quinta riflessione: Christo e Jeanne Claude da mezzo secolo intervengono su edifici, monumenti, isole, prati, spiagge, canyon e altro impacchettandoli, avvolgendoli, imballandoli, circoscrivendoli… Usano chilometri di materiali tessili, plastica, tonnellate di chiodi, metri e metri di corde, cavi, viti, pali. Lasciano in piedi il loro intervento per qualche mese e poi smontano, puliscono e rimettono tutto in ordine. Come fosse anilina.

Il carattere è Palatino Linotype

Annunci

0 Responses to “Anilina e Profondo Rosso”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




ottobre: 2007
L M M G V S D
« Set   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 60,540 hits

Catrafuse Photos

RSS la rinascita balcanica

  • Possibile arbitrato tra Croazia e BiH a causa della centrale elettrica Gacko 21 agosto, 2017
    Zagabria/Sarajevo - E' sempre più certo che la Croazia dovrà avere un altro arbitrato con i vicini, questa volta con la Bosnia ed Erzegovina (BiH), riportano, lunedì 21 agosto, i media croati, citando i media bosniaci. La scadenza di tre mesi per raggiungere un accordo tra Hrvatska elektkroprivreda (HEP) e Rudnik i termoelektrana Gacko (RiTE Gacko) (Min […]
  • Confermare l'amicizia e continuare la cooperazione tra Serbia e Russia 21 agosto, 2017
    Belgrado/Mosca - Il Ministro della Difesa della Serbia, Aleksandar Vulin, ha incontrato, sabato 12 agosto, il Ministro della Difesa della Federazione Russa, Sergey Shoygu, nel poligono di Alabino nei pressi di Mosca, dove, su invito dell'omologo russo, ha partecipato alle cerimonie di chiusura dei "Giochi di Guerra Internazionali" di quest […]
  • Djuro Djakovic produce carri merci per il cliente tedesco 21 agosto, 2017
    Zagabria - La Djuro Djakovic Specijalna vozila (Djuro Djakovic Veicoli speciali), società del gruppo Djuro Djakovic,ha firmato con il cliente tedesco il contratto sulla consegna di carri merci per il trasporto di lamiere metalliche e il valore del contratto è di 62 milioni di HRK, ha riferito, mercoledì 16 agosto, la società Djuro Djakovic. I carri saranno f […]
  • Magazinovic: Testo di legge adottata in Serbia include territorio e risorse della BiH 21 agosto, 2017
    Sarajevo - Per mezzo della legge sull'attuazione dell'Accordo tra il Governo della Repubblica Serbia e il Governo della Repubblica dell'Italia sulla cooperazione nel settore dell'energia, è stata concordata la cooperazione che include il progetto della Drina Media (Srednja Drina), e altri progetti sul territorio della Bosnia-Erzegovina, h […]
  • Rappresentanza della Republika Srpska a Cipro 21 agosto, 2017
    Banja Luka - Il Governo della Republika Srpska (RS) ha fondato la Rappresentanza della RS nella Repubblica di Cipro, con sede a Nicosia, riferisce Glas Srpske il 22 agosto. La decisione in merito alla fondazione di tale rappresentanza è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della RS, dove è stato riportato che tale istituzione svolgerà affari per le nece […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: