Lettera a Lauro Borsoni

Ciao Paperino, in queste ultime settimane avendo un po’ di tempo libero mi sono creato il mio matinée   cinematografico privato. Ovviamente l’ho chiamato Cinema Roma e non c’è bisogno di spiegare perché. Metterlo su non è stato difficile, ormai su Interniet trovi proprio di tutto (sottotitoli inclusi). Per cacciare le pellicole io ho scelto bittorrent.  Evita emule: c’ho perso ore per portarlo ad un funzionamento decente, poi quando ho aperto la prima preda scaricata, al posto di un noir francese degli anni 50, vi ho trovato un porno polacco degli anni 90, che la mattina, lo ammetterai anche tu, provoca un po’ di acidità di stomaco! Ora dimmi tu ma quanta merda può avere in testa una persona che passa il suo tempo a caricare su Interniet film porno spacciandoli per pellicole d’autore ?? Se fossi testimone di Geova riterrei questa attività come uno dei segni del prossimo Armageddon. Ritornando agli strumenti informatici: buono è anche il sito animedib, che ti permette di vedere direttamente sul tuo vetro computerizzato chili di film e pure telefilm. Anche in questo caso bisogna imparare un po’ di trucchi e trucchetti, ma alla fine il gioco vale la famosa candela. poelvoordeDa quanto proiettato nel mio cineforum mattutino ti consiglierei in prima battuta un film belga degli anni ’90:    “C’est arrivé pres de chez vous” di Rémy Belvaux, il cui titolo in inglese è “Man Bites Dog”  mentre in italiano diventa “Il cameraman e l’assassino” (poi ci chiediamo perché le cose in Italia vanno male!). Tanto per continuare in questa sinfonia linguistica ti dirò che io me lo sono visto con sottotitoli in romeno – ok gli insulti sono accettati – Non sto a raccontartene la trama, butto lì solo qualche amo con relativa esca: Ben è un diligente e scrupoloso serial killer; Ben è protagonista di un film documentario (ma potrebbe essere un reality); Ben presenta la sua famiglia e i suoi amici alla troupe che lo assiste e l’aiuta a risolvere i piccoli contrattempi che appaiono nella sua attività di assassino…un ironico e corrosivo pugno allo stomaco.  Facendomi poi prendere un po’ dal gusto delle repliche e dei ripescaggi, ho scovato The Innocents (in italiano “Suspence”!), un film inglese dei primi anni 60, bianco e nero, da brividi con i suoi fantasmi e i suoi bambini fantasma…ne hanno fatto anche una versione “moderna” The Others, non l’ho vista. Sul mio schermo poi è scivolata una retrospettiva su Sam Peckinpah: per il momento Cane di Paglia, Gataway!, la Croce di Ferro e Osterman Weekend…Questi, conoscendoti, non so se li gradiresti…io ne apprezzo soprattutto la costruzione, l’intreccio di immagini e prospettive, nonché il retrogusto amaro. Se il Peckin’ non ti va, prenditi da qualche parte l’Uomo che non c’era dei fratelli Coen oppure Dogville di Lars von Trier che attraverso altri sentieri e altre vedute (visioni?) ti portano allo stesso risultato.  Nel mio cineforum ho ritagliato dello spazio anche per una sagra di cartoni animali – questi però li mando in onda il pomeriggio/sera per due paganti (Antim e Xenia) e una portoghese (la Miro)… i titoli più graditi da questa ciurma di matti sono Peter Pan, La Freccia Azzurra (o meglio il cattivo della Freccia Azzurra: il dottor Scarafoni) e la Gabbianella e il gatto. Allegro non troppo di Bruno Bozzetto ha incuriosito molto Ati, per me invece è stato come un tuffo nell’abisso di Vigant della mia memoria…ne sono risalito portando tra le mani  Sandrin e me piccino : sarà stato il 1977 in una sala cinematografica di Udine. Già ma quale? Forse il Cristallo, lo storico cinema doubleface, dottor Jekyll per le feste natalizie e per il resto dell’anno signor Hyde?

il tuo catrafuse.

2 Responses to “Lettera a Lauro Borsoni”


  1. 1 toniutti 30 gennaio, 2009 alle 8:57 pm

    borsoni risponde, la rubrica!
    questo per fare il verso al sior timoti che per ogni che aggiunge enfatico: IL FILM!
    quindi vedi che siamo in tema, stiamo vivendo questa osmosi che potremmo soprannominare anicagis!
    hai capito, caro il mio panigali quante cose in comune abbiamo.
    potremmo tessere una rete cruciverbale unendo i punti delle coincidenze. potremmo partire dal fatto che mi trovo in perfetta sintonia col tuo visionario cinema mattutino e domestico; se tu ti tuffi nella rete che tutto pesca e ti fai servire dal pusher del torrente, io ho stabilito un nuovo e vivo rapporto con la biblioteca della mia città, che chiamerò varsavia per darmi un tono!
    a varsavia, come nelle migliori città del mondo, esiste un’ottimo servizio prestiti e trovo questo canale (torrente?) molto ma molto interessante. è proprio una bella cosa cacciar pellicole attraverso un catalogo digitale, anche comodamente da casa e poi fare la passeggiata rituale per l’acquisizione concreta. a varsavia la biblioteca sta alle pendici del castello ed io ho preso una nuova e piacevole abitudine per rendere più interessante il viaggio. imbuco il canale preferenziale di vicolo sottomonte e mi faccio sedurre da quella magica porticina senza insegna, ma dal profumo irresistibile che è il laboratorio del dolce. crostoli bavaresi diplomatiche….
    ma torniamo al cinema. tu arrivi a roma attraverso il cinema ed io ci arrivo attraverso fellini.
    già, ho inaugurato questo settore partendo da fellini.
    e se tu sei già seduto e ricrei l’atmosfera del mai dimenticato cinema roma io rimango ancora in piedi perchè per arrivarci son passato attraverso la dolce vita, la voce della luna e e la nave va, ed ora sono in fila per il biglietto!
    sto riscoprendo una ricchezza di idee e di personaggi e di spazi cinematografici che avevo quasi rimosso, sono molto soddisfatto .
    naturalmente ho colto anche i tuoi suggerimenti e ne ho avuto assaggi via you tube…
    i fratelli che non c’erano e lars von cane dovrei averli visti ma li rimetto nei miei appunti, il resto non lo conoscevo e l’ho sbirciato. per ora seguo la via del castello per l’approvigionamento ma mi sono portato avanti anche lungo la via fluviale. grazie alla tua geografia.
    ah, mi accorgo adesso che ho involontariamente creato un link tra la mia città, varsavia, ed i film pornopolacco-vs-noirfrancese. non me ne voglia, ero del tutto inconsapevole. inciampare è il mio mestiere.
    e del banco libero te ne ho mai parlato?
    sarà per la prossima rubrica, qui le novità s’accavallano ed io senza esitazione mi fo’ fantino!
    tuo lauro borsoni toniutti

  2. 2 catrafuse 31 gennaio, 2009 alle 11:20 pm

    Caro Borsoni,

    del banco libero non me ne hai parlato…il noir francese poi l’ho pescato davvero: Du rififi chez les hommes del 56 un film su un colpo andato bene e sui suoi esecutori finiti male…
    et voilà!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




gennaio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 58,749 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Presentati gli elicotteri Kiowa Warrior 8 dicembre, 2016
    Zagabria - Sedici elicotteri OH-58D Kiowa Warrior, i tre simulatori, pezzi di ricambio e le attrezzature acquistati nell'ambito del progetto di dotare le Forze Armate della Croazia con gli elicotteri d'attacco e di ricognizione, grazie il sostengono del Governo e delle Forze Armate degli Stati Uniti (USA), sono stati presentati giovedì, 8 dicembre, […]
  • Ambasciatore di Israele: Burocrazia ostacola cooperazione commerciale senza frontiere 8 dicembre, 2016
    Zagabria - L'importanza di Israele per la Croazia è stata costatata nella serata di giovedì 8 dicembre, in occasione del ricevimento di Zagabria ''Il raduno festoso'', organizzato dall'ambasciata israeliana e il Business Club croato-israeliano. E' stata l'occasione per rafforzare i rapporti commerciali ed amichevoli tr […]
  • Nikolic si è detto soddisfatto del livello di cooperazione tra Serbia e Kazakistan 8 dicembre, 2016
    Belgrado - Il Presidente della Serbia, Tomislav Nikolic, nel corso dell'incontro con l'ambasciatore del Kazakistan, Nurbah Rustemov, avvenuto quest'oggi, 9 dicembre, si è detto soddisfatto del livello di cooperazione tra i due Paesi, notando che le relazioni bilaterali sono cordiali e sincere. "La vicinanza dei due Paesi e i due popoli ha […]
  • Hahn in visita in Montenegro 8 dicembre, 2016
    Podgorica - Il presidente del Partito Democratico dei Socialisti (DPS), Milo Djukanovic, ha incontrato, giovedì 8 dicembre, il Commissario europeo per l'Allargamento e la Politica di Vicinato, Johanes Hahn, con il quale ha parlato dell'attuale situazione politica in Montenegro e le prospettive nel processo delle integrazioni europee, riferisce il p […]
  • In Bosnia ci sono 500 società fittizie di arabi 8 dicembre, 2016
    Sarajevo - Secondo ancora i risultati incompleti dell'indagine "Beni immobili" (Nekretnine), di 700 persone giuridiche controllate in Bosnia-Erzegovina (BiH), circa 500 sono fittizie e, in gran parte, sono in possesso dei cittadini provenienti dal Kuwait, dagli Emirati Arabi Uniti (EAU) e dalla Libia. I dati completi dell'indagine attuata […]

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: