TRE MIE CARABATTOLE

Capita che gli scarbocchi di questa lavagnaccia virtuale col passare del tempo trovino un riverbero nel mondo reale e dunque sono qui a darvene conto: vi aggiorno.

UNO

«O frate», disse, «questi ch’io ti cerno
col dito», e additò un spirto innanzi,
«fu miglior fabbro del parlar materno.

Nell’agosto 2007  avevo millantato di avviare su Catrafuse una sorta di feuilleton che nei suoi episodi avrebbe incluso la traduzione romena   di Affa Taffa il primo romanzo di Tommaso Cerno, al tempo ancora in forma di scartafaccio. Il primo episodio andò regolarmente in onda e lo potete leggere qui, il secondo rimase nel cassetto. Oggi Affa Taffa è diventato un libro vero, pubblicato da Mimesis Edizioni e  forse di quella mia (o meglio nostra) traduzione potrebbe essercene  realmente bisogno. Ricordo che a casa di Tommy dal brogliaccio  svolazzavano fogli e fogli di Affa Taffa.  Ogni tanto, nel corso di incursioni al termine della notte udinese, mi accennava a qualche personaggio, al gioco tra il dentro e il fuori, al nonno Avelino. Poi un giorno mi chiama e mi fa:  ieri notte l’ho finito, vuoi leggerlo? Detto e fatto.  Di Affa Taffa   che posso dire, se non  ribadire la definizione che diedi al tempo: fresco come una birra Ursus appena spillata.  Per il resto e per saperne di più sapete già come fare, in ogni caso buttate un occhiata qui .

DUE

Una delle scoperte  piacevoli  fatte sulla rete è stata Memoro la Banca della Memoria. Entrato in contatto con i banchieri  dei ricordi ho partecipato quasi per scherzo ad una  selezione di raccontini  dedicati a vecchi conosciuti di persona  organizzata in collaborazione con l’Einaudi.  Per  la raccolta ho staccato e rimodellato un pezzo da  Catrafuse  intitolato: Lo zio Ivan. Alla fine il libro  è uscito si chiama Io mi Ricordo e dentro c’è pure lo zio Ivan (con un piccolo refuso:  Schioppettino diventa Schippettino). Qui potete sapere il resto.

TRE

Nella preistoria di Catrafuse segnalai con dovuta esuberanza  la lettura del libro Raiul Găinilor – fals roman de zvonuri şi mistere di Dan Lungu.  Oggi il volumetto è disponibile anche in lingua italiana  presso l’editore Manni. Un appunto però mi sia concesso:  ma come si fa a tradurmi il nome dell’osteria Tractorul şifonat con Trattore stazzonatoAmmaccato cosa aveva che non andava?  A meno che non si creda che una Dacia un pic şifonată abbia dei problemi di appretto e non di carrozzeria.

Annunci

0 Responses to “TRE MIE CARABATTOLE”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




aprile: 2010
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 61,108 hits

Catrafuse Photos

RSS la rinascita balcanica

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: