SIORE CELESTE

SIORE CELESTE

Ai aflat? A murit Siore Celeste!
Cu aceste cuvinte verișoara mea, Fabi, mă întâmpina în fiecare an, când, spre sfârșitul lunii august mă reîntorceam din vacanță.
A murit? Şi cum a murit?
Mai întrebam eu, lăsând obișnuitul ”Îmi pare rău” lipit de cerul gurii, pentru că, la urma urmei, era un băboi urât, mereu îmbrăcată în negru şi dispusă să protesteze împotriva jocurilor noastre de pe stradă. Simpatică sau antipatică, bătrâna neagră făcea parte din compania de personaje ciudate care animau cartierul meu şi dispariția ei constituia un eveniment care ar fi remodelat echilibrele acestui mic univers.
Cum? E ce vrei, să fi avut vreo 90 de ani. A murit şi gata, a crăpat, ţac-pac.
Replică telegrafic Fabi.
Şi înmormântarea?
S-a făcut, au îngropat-o un-doi…
Şi pisica cui îi rămâne?
Cui îi rămâne? Nu se ştie, deocamdată stă acolo cu menajera ei.
Fără doar şi poate, însă, după câteva zile de la aceste revelații, zăream silueta cocoșată şi neagră a Doamnei Celeste în timp ce meşterea în spate ferestruicii casei ei: era mai bătrână şi mai neagră ca niciodată, dar totuși vie. Atunci fugeam la verișoară-mea țipând:
Fabiiii, Siore Celete este…
vie…. te am păcălit!
Urmau schimburi de complimente destul de colorate.
Acest ritual se repeta ciclic în fiecare an, vara se termina şi Siore Celeste murea:
Ai aflat, începea Fabi ascunzând cu greu un zâmbet sub buzele ei
… că a murit Siore Celeste, o anticipam eu ciupind coardele ironiei.
Fabi, îşi reconstruia repede o faţă serioasă, şi insista:
Anul aceasta a murit pe bune, jur!
Şi apoi scanda fiecare literă, ca într-o autopsie fonetică:
M-O-A-R-T-Ă
Normal, după câteva zile, baba apărea în faţa mea ca o fantomă care şi-a greşit culoarea la cearşaf.
– Fabiii, Siore Celeste…
– …n-a murit, ştiu – adăuga batjocoritor – te-am păcălit din nou
Discuția noastră reîncepu după un an:
Siore Celeste a murit!
Înc-o dată? Hai, las-o baltă!
Nu, de data asta e adevărat, jur!
Da, jură, jură, oricum bătrâna o să apară mai sănătoasă ca înainte.
Atunci, du-te să vezi.
Nu, nu mă aduc, nu vreau să fiu fraierit.
Cum vrei, însă moartă rămâne.
Într-adevăr acea pată neagră nu şi-a mai încrucișat cu privirea mea, dar mie îmi rămâne îndoiala că de fapt n-a murit, ci că pur şi simplu, cu complicitatea verișoarei mele, a ieșit din acest mic teatru.

SIORE CELESTE

Ma non sai cosa è successo? È morta Siore Celeste!
Erano queste le parole con cui mi accoglieva ogni anno mia cugina Fabi al mio ritorno dalle vacanze, verso la fine di agosto.
É morta? E come è morta ?
Chiedevo io, lasciando però il mi dispiace incollato al palato, perché quella, in fondo, era una vecchiaccia, sempre vestita di nero e pronta a protestare contro i nostri giochi stradali. Simpatica o antipatica, la vecchia nera però era parte integrante della compagnia di personaggi bizzarri che popolava il mio quartiere e la sua scomparsa rappresentava un evento che avrebbe rimodellato gli equilibri di questo piccolo universo.
Beh come, avrà avuto 90 anni; è morta e basta, schiattata, crepata.
Tagliava corto Fabi
E i funerali?
Già fatti, in fretta…
E il gatto a chi rimane?
A chi rimane? Non lo so, per il momento sta là con la servetta.
Immancabilmente però, passato qualche giorno da queste rivelazioni, scorgevo la figura gobba e nera di Siore Celeste trafficare dietro la finestrella di casa sua, vecchia e nera più che mai, ma ancora viva. Allora correvo da mia cugina urlando:
Fabiiii, Siore Celeste è …
viva…. ci sei cascato !
Seguivano scambi di complimenti colorati e saporiti.
Il rituale si ripeteva ogni anno al mio rientro dalle vacanze, l’estate si chiudeva e Siore Celeste moriva:
Ma lo sai, attaccava Fabi trattenendo a stento un sorriso sotto le labbra
…che è morta Siore Celeste, l’anticipavo io pizzicando le corde dell’ironia.
Fabi, ricostruita la serietà del volto, insisteva
Quest’anno è morta per davvero, te lo giuro
e poi scandiva le lettere come per eseguire un autopsia fonetica:
– M-O-R-T-A-
Immancanbilmente di lì a pochi giorni la vecchiona mi sarebbe apparsa come un fantasma vestito con il lenzuolo sbagliato.
Fabiii, Siore Celeste …
Non è morta – aggiungeva beffarda – te l’ho fatta ancora una volta.
Il discorso l’avremmo ripreso tra un anno e infatti:
Siore Celeste è morta
Ancora? Ma dai
No guarda che questa volta è morta per davvero, giuro!
Sì giura, giura, tanto la vecchia salta fuori più sana di prima.
Vai a vedere allora.
No, che non ci vado, mica voglio fare la figura dello scemo
Eh va beh, comunque morta rimane.
Effettivamente quella macchia nera non entrò più nel mio sgurdo, anche se a me rimane ancore oggi il dubbio che non sia morta ma, complice mia cugina se ne sia andata dal mio piccolo teatrino.

Advertisements

0 Responses to “SIORE CELESTE”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 59,179 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Pubblicate decisioni del Governo tra cui istituzione database elettronico statale sulla salute 22 febbraio, 2017
    Tirana - Il Consiglio dei Ministri ha approvato, nel corso della riunione, svariate decisioni importanti. La prima serie di delibere riguardava il settore della difesa con i Paesi alleati della NATO. In questo modo il Governo ha disposto l'approvazione del memorandum d'intesa, tra il Governo del Regno della Norvegia, il Quartier Generale Supremo de […]
  • Basha forte messaggio a Rama dalla tenda della protesta 22 febbraio, 2017
    Tirana - Sta seguendo la protesta dell'opposizione nella tenda istallata davanti alla Presidenza del Consiglio, entrata ormai al suo quinto giorno. Come le precedenti sere, cittadini, simpatizzanti e varie figure del Partito Democratico hanno passato la serata sotto la tenda, mentre fino a tarda notte è rimasto anche il leader del PD, Lulzim Basha. I de […]
  • Centrali idroelettriche, Governo ripristina IVA; Investitori contrari 22 febbraio, 2017
    Tirana - Il Governo ha approvato una decisione, che obbliga i costruttori delle centrali idroelettriche private a pagare l'Imposta sul Valore Aggiunto dal valore del 20% per i macchinari e le attrezzature che utilizzano nuovi investimenti.   "La delibera nr. 84 del Consiglio dei Ministri ha escluso da tutti i codici che beneficiava il settore dell […]
  • Lavori sulla Veliera nella zona archeologica, altro scontro tra Municipio e società civile 22 febbraio, 2017
    Durazzo - La società civile, da diverse settimane, sta protestando in difesa dei valori archeologici di Durazzo, ha accusato la Corte Amministrativa di Durazzo per la modifica della sua decisione, a favore del Municipio come investitore del progetto che sta svolgendo i lavori per la costruzione della piazza "Veliera". Nel luogo in cui è prevista la […]
  • Cambia il rapporto: Albania incrementa importazione delle armi 22 febbraio, 2017
    Tirana - Il Governo ha aumentato l'acquisto di armi dall'estero per armare la Polizia, ma anche per soddisfare gli obblighi che sorgono dalla NATO. I dati ufficiali provenienti dalla Direzione Generale delle Dogane hanno dimostrato che l'importazione di armi e munizioni ha segnato, lo scorso anno, il livello più elevato in quasi un decennio. S […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: