Libertà, Indipendenza, Sovranità e Autodeterminazione d’Italia

Marcare un confine netto, senza tralignare. Questo ho colto dal testo che segue. Per ulteriori approfondimenti qui

Proclama alla Nazione

Proclama alla Nazione:

Ora o mai più!

La prova provata che l’Italia, da 66 anni, non è (né può essere, né – nelle sue attuali condizioni – potrà mai diventarlo!) uno Stato indipendente e sovrano – e che il suo Governo (di destra, sinistra, centro… sarebbe la stessa cosa!), non è (né può essere) in grado di fare liberamente e degnamente gli interessi dei suoi amministrati (in quanto, oltre ad essere chiaramente in sottordine a quello degli USA, è invariabilmente ed incessantemente sotto ricatto ed autorità di Washington che tende puntualmente, arrogantemente e sfacciatamente ad intimargli cosa si debba o non si debba fare…) – l’abbiamo definitivamente avuta in concomitanza con la Crisi libica, tuttora in corso. Questo, nonostante l’Italia avesse un preciso e vincolante trattato di non aggresione e di cooperazione con la Libia, e che i nostri interessi politici, economici ed energetici consigliassero, quanto meno, di restare neutrali.

Tenuto conto di quanto sopra, e non potendo fare altrimenti, è pertanto indispensabile che, una volta per tutte, si possa fare chiarezza. E, per poterla realmente fare, è ugualmente vitale ed urgente che si possa – al di la delle idee di ciascuno e degli schieramenti ideologici, politici e partitici in cui ognuno si riconosce – tirare una precisa, indelebile ed invalicabile linea di demarcazione, tra tutti gli Italiani. Tra coloro, cioè, a cui, per un motivo o per un altro, sta bene la suddetta situazione, e quegli Italiani, invece, che tendono fermamente a rifiutarla, e vorrebbero, in qualche modo, rimetterla in discussione.

Questa, dunque, da oggi, è la sola, possibile, linea di demarcazione:

1. chiunque, tra gli Italiani (di destra, di sinistra, di centro, di centro-destra, di centro-sinistra, di estrema destra o di estrema-sinistra), continuerà ad accettare il suddetto stato di flagrante ed umiliante sudditanza da Stati terzi (fosse pure, per banale ignoranza o noncuranza), sarà considerato un nemico (polemios/hostis) ed un traditore della nostra Patria;

2. chiunque altro (di destra, di sinistra, di centro, di centro-destra, di centro-sinistra, di estrema destra o di estrema-sinistra) tenderà, invece, a rifiutare il succitato stato di asservimento e di subordinazione, e vorrà, in qualche modo, riunirsi e lottare, per potere finalmente riuscire a liberare la nostra Patria Italia/Europa dalla colonizzazione politica, economica, culturale e militare che ci è stata subdolamente imposta negli ultimi 66 anni, sarà considerato un nostro amico (philos/amicus) ed un nostro alleato (etairos/sodalis).

Libertà, Indipendenza, Autodeterminazione e Sovranità politica,

economica, culturale e militare, per l’Italia, l’Europa

ed il resto dei Popoli-Nazione del mondo.

————————————————————————————–

4 Responses to “Libertà, Indipendenza, Sovranità e Autodeterminazione d’Italia”


  1. 1 GabiM. 4 febbraio, 2012 alle 11:41 pm

    BRAVOS,MAI ROMANULE!!! Daca scrii romaneste,te ajut sa castigi cititori,desigur,cu conditia sa gasesc si alte articole interesane pe blogul tau!Voi reveni in curand! Doamne ajuta,pentruca stim:”NIHIL SINE DEO”,nu?!?

  2. 3 GabiM. 23 novembre, 2012 alle 2:20 am

    Scuze,m-ai pacalit cu “catrafusele” tale…hi,hi…aveam convingerea ca esti roman!Cam tarziu,dar m-am intors…Esti un tip tare,nu mi-am inchipuit ca un italian poate sa cunoasca atat de bine o limba straina,ma bucur ca te-am regasit si SIGUR te voi mai citi! Doamne ajuta!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




agosto: 2011
L M M G V S D
« Lug   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 58,749 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Presentati gli elicotteri Kiowa Warrior 8 dicembre, 2016
    Zagabria - Sedici elicotteri OH-58D Kiowa Warrior, i tre simulatori, pezzi di ricambio e le attrezzature acquistati nell'ambito del progetto di dotare le Forze Armate della Croazia con gli elicotteri d'attacco e di ricognizione, grazie il sostengono del Governo e delle Forze Armate degli Stati Uniti (USA), sono stati presentati giovedì, 8 dicembre, […]
  • Ambasciatore di Israele: Burocrazia ostacola cooperazione commerciale senza frontiere 8 dicembre, 2016
    Zagabria - L'importanza di Israele per la Croazia è stata costatata nella serata di giovedì 8 dicembre, in occasione del ricevimento di Zagabria ''Il raduno festoso'', organizzato dall'ambasciata israeliana e il Business Club croato-israeliano. E' stata l'occasione per rafforzare i rapporti commerciali ed amichevoli tr […]
  • Nikolic si è detto soddisfatto del livello di cooperazione tra Serbia e Kazakistan 8 dicembre, 2016
    Belgrado - Il Presidente della Serbia, Tomislav Nikolic, nel corso dell'incontro con l'ambasciatore del Kazakistan, Nurbah Rustemov, avvenuto quest'oggi, 9 dicembre, si è detto soddisfatto del livello di cooperazione tra i due Paesi, notando che le relazioni bilaterali sono cordiali e sincere. "La vicinanza dei due Paesi e i due popoli ha […]
  • Hahn in visita in Montenegro 8 dicembre, 2016
    Podgorica - Il presidente del Partito Democratico dei Socialisti (DPS), Milo Djukanovic, ha incontrato, giovedì 8 dicembre, il Commissario europeo per l'Allargamento e la Politica di Vicinato, Johanes Hahn, con il quale ha parlato dell'attuale situazione politica in Montenegro e le prospettive nel processo delle integrazioni europee, riferisce il p […]
  • In Bosnia ci sono 500 società fittizie di arabi 8 dicembre, 2016
    Sarajevo - Secondo ancora i risultati incompleti dell'indagine "Beni immobili" (Nekretnine), di 700 persone giuridiche controllate in Bosnia-Erzegovina (BiH), circa 500 sono fittizie e, in gran parte, sono in possesso dei cittadini provenienti dal Kuwait, dagli Emirati Arabi Uniti (EAU) e dalla Libia. I dati completi dell'indagine attuata […]

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: