Stampa del Capitano

Oggi ascoltando alla radio la rassegna stampa dei quotidiani italiani, mi è rimbalzato all’orecchio il nome di Corneliu Zelea Codreanu. Era associato a quello di Chiara Colosimo. Codreanu so chi è, mentre della Colosimo non sapevo nulla. Alla fine ho capito che è giovane, è una ex pugile, è una ex cubista, è la nuova capogruppo del PDL alla regione Lazio, ma soprattutto ho compreso che qualche anno fa ha concesso un’intervista durante la quale, alle sue spalle, appariva un “affresco” su cui si poteva leggere una citazione tratta da un libro di Codreanu e ammirare una riproduzione un po’ maldestra del suo volto. La frase appiccicata alla parete recitava così:

Per noi non esiste sconfitta e capitolazione, giacché la forza di cui vogliamo essere gli strumenti è invincibile per l’eternità

Sull’incontro fortuito tra la pugilatrice del PDL e il Capitano ha ritenuto opportuno esprimere la sua opinione Riccardo Pacifici, il rabbino capo di Roma, che sul Corriere di oggi esordisce alla grande: «Non ho visto quelle immagini, ma su Codreanu non ci sono dubbi: i movimenti a lui ispirati, che stanno prendendo piede in Romania, Ungheria e Grecia rappresentano un serio pericolo per la libertà e l’Europa». Pacifici non ha dubbi, io invece ho una una certezza: non sa chi è Codreanu. Sarebbe interessante avere delucidazioni sui fantomatici movimenti politici in ascesa che si ispirano a Codreanu, in particolare su quelli ungheresi! Ancora più intrigante sarebbe se Pacifici spiegasse quali sono le fonti delle sue informazioni storiche, soprattutto quando afferma: «Codreanu era un fanatico cattolico che propagandava una visione del Cristianesimo preconciliare che prevedeva una sudditanza anacronistica verso (sic) la religione ebraica…» Peccato che Codreanu fosse ortodosso (come il 90% della popolazione romena del resto) e che l’Ortodossia sia l’elemento centrale della “dottrina” della Legione dell’Arcangelo Michele. A voler essere precisi poi, il testo “incriminato” non appartiene nemmeno a Corneliu Codreanu, ma a un articolo di Ion Moţa, intitolato “La Icoana” (All’Icona) pubblicato sul primo numero della rivista “Pământul Strămoşesc” nell’Agosto 1927, in cui si tratta appunto del primato dell’esperienza spirituale ortodossa sulla militanza politica [1]. Ora la domanda sorge spontanea: perché la gente parla di cose che non conosce? Perché nel nome della lotta all’antisemitismo una persona può sciorinare dotte idiozie senza timore di essere corretto o contraddetto?

[1] Se ne parla anche qui

Annunci

0 Responses to “Stampa del Capitano”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




settembre: 2012
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 60,236 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Rogozin: Adesione Montenegro alla NATO è diretta contro Serbia, non contro Russia 27 giugno, 2017
    Podgorica - L'adesione del Montenegro alla NATO è orientata direttamente contro la Serbia, e non contro la Russia, ha asserito il Vice Primo Ministro della Federazione Russa, Dmitry Rogozin, in un'intervista rilasciata all'agenzia di stampa russa Sputnik, spiegando che il Montenegro rappresenta per la Serbia ciò che l'Ucraina rappresenta […]
  • Opacic licenziata dalla funzione di vice presidente del Parlamento croato 27 giugno, 2017
    Zagabria - Il Club dei rappresentanti dell'SDP ha licenziato il vice presidente del Parlamento croato, Milanka Opacic, da tale funzione, e al suo posto ha nominato Sinisa Hajdas Doncic, riferisce, mercoledì 28 giugno, la stampa croata. Il Club dei rappresentanti ha agito in questo modo dopo la decisione della Presidenza dell'SDP.  Arsen Bauk ha las […]
  • Veterani e Governo FBiH firmano accordo: 100 mln di BAM per soluzione del problema 27 giugno, 2017
    Sarajevo - Il Governo della Federazione di Bosnia-Erzegovina e i rappresentanti delle associazioni dei veterani hanno firmato l'accordo di cinque anni, sul raggiungimento del livello dei fondi nel bilancio della FBiH, destinato a soddisfare le esigenze prioritarie delle categorie dei veterani. Si tratta del documento per il quale i rappresentanti del Go […]
  • NATO: Serbia decide in merito al suo Ministro della Difesa 27 giugno, 2017
    Belgrado - Il vice portavoce della NATO ha affermato in occasione dell'annuncia nomina di Aleksandar Vulin alla funzione di Ministro della Difesa serbo, che il Governo della Serbia è quello che deve decidere in merito alla nomina dei Ministri, e che si aspetta una buona cooperazione anche in futuro. "La Serbia e la NATO hanno sviluppato un partenar […]
  • Sutanovac: Stringere accordo con la Russia come quello con la NATO 27 giugno, 2017
    Belgrado - Il presidente del DS, Dragan Sutanovac, ha suggerito di stringere, se è necessario, un accordo con la Russia come l'accordo SOFA con la NATO, permettendo così alle truppe russe di passare attraverso la Serbia. Sutanovac ha affermato, in una dichiarazione scritta, che l'accordo identico a quello SOFA con la NATO consentirebbe ai soldati r […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: