SFORTUNATO IL PAESE CHE NON HA EROI

Timișoara 17 dicembre 1989:

1. Andrei Maria, 25 anni, casalinga, sul Ponte  Decebal. Bruciata al crematorio.

2. Aparaschivei Valentin, 48 anni, autista, Calea Girocului.

3. Apro Mihai, 31 anni,  carpentiere, Calea Girocului. Bruciato al crematorio.

4. Avram Ioan Vasile, 40 anni, responsabile del controllo qualità, Opera.

5. Balmuș Vasile, 26 anni, operaio, Cattedrale. Bruciato al crematorio.

6. Balogh Pavel, 69 anni, pensionato, Str. Transilvaniei angolo con Str. Reșita. Bruciato al crematorio

7. Bărbat Lepa, 43 anni, contabile, Piazza  Libertății. Bruciata al crematorio.

8. Banciu Leontina, 39 anni, operaia, sul Ponte Decebal. Bruciata al crematorio.

9. Belehuz Ioan, 41 anni, ferroviere, Str. 13 Decembrie. Bruciato al crematorio

10. Belici Radian, 25 anni, pompiere, Mercato 700. Bruciato al crematorio

11. Bonte Petru Ioan, 22 anni, operaio, Str. Transilvaniei. Identificato nel gennaio  1990 nella fossa comune  del Cimitero degli Eroi.

12. Botoc Luminița, 14 anni, studente, Calea Lipovei. Identificata nel gennaio  1990 nella fossa comune  del Cimitero degli Eroi.

13. Căceu Margareta, 40 anni, impiegata, Cattedrale. Bruciata al crematorio.

14. Căceu Mariana Silvia, 37 anni, impiegata, Cattedrale.

15. Carpin Danut, 29 anni, parchettista, Calea Aradului. Bruciato al crematorio

16. Chorosi Alexandru, 24 anni, operaio, presso l’Opera. Bruciato al crematorio

17. Ciobanu Constantin, 43 anni, operaio, Str. Transilvania (nel terrazzo dell’abitazione). Bruciato al crematorio

18. Cruceru Gheorghe, 25 anni, operaio, presso l’Opera. Bruciato al crematorio

19. Csizmarik Ladislau, 55 anni, professore di musica, Opera. Bruciato al crematorio

20. Ewinger Slobodanca, 21 anni, operaio, sul Ponte Decebal. Bruciata al crematorio.

21. Fecioru Lorent, 38 anni, operaio.

22. Ferkel-Suteu Alexandru, 43 anni, saldatore, Calea Girocului. Bruciato al crematorio

23. Florian Antoniu Tiberiu, 20 anni, studente, Campus Universitario. Bruciato al crematorio

24. Girjoaba Dumitru Constantin, 24 anni, elettricista,  Cattedrale. Bruciato al crematorio

25. Grama Alexandru, 18 anni, operaio, Calea Aradului.

26. Hațegan Petru, 47 anni, elettricista,  presso l’Opera. Bruciato al crematorio

27. Ion Maria, 57 anni, pensionata, Calea Girocului (in macchina). Il marito afferma che le spararono anche all’ospedale.

28. Iosub Constantin, 17 anni, studente, Cattedrale. Bruciato al crematorio

29. Iotcovici Gheorghe Nutu, 25 anni, tornitore, Opera. Bruciato al crematorio

30. Istvan Andrei, 42 anni, operaio, Cattedrale.

31. Juganaru Dumitru, 37 anni, mosaicista, Calea Girocului.

32. Lăcătuș Nicolae, 28 anni, operaio, Piazza  Traian. Bruciato al crematorio

33. Luca Rodica, 30 anni, impiegata, Calea Girocului. Bruciata al crematorio.

34. Lungu Cristina, 2 anni, Calea Girocului.

35. Mardare Adrian, 20 anni, operaio.

36. Mariș Ștefan, 40 anni, meccanico, Calea Girocului.

37. Miron Ioan, 58 anni, pensionato, Calea Lipovei. Bruciato al crematorio

38. Motohon Silviu, 35 anni, aiutante artigiano, Str. Ialomita. Bruciato al crematorio

39. Munteanu Nicolae Ovidiu, 25 anni, studente, Campus universitario. Bruciato al crematorio

40. Nagy Eugen, 17 anni, studente, Calea Girocului. Bruciato al crematorio

41. Opre Gogu, 30 anni, elettricista, Opera. Bruciato al crematorio

42. Osman Dumitru, 24 anni, barista, Opera. Bruciato al crematorio

43. Otelița Aurel, 34 anni, operaio, Calea Lipovei (nella propria abitazione). Bruciato al crematorio

44. Păduraru Vasile, 30 anni, operaio.

45. Pinzhoffer Georgeta, 35 anni, operaio, Calea Lipovei.

46. Popescu Rozalia Irma, 55 anni, pensionata, investita da un blindato presso il Ponte  Decebal.

47. Radu Constantin, 33 anni,  tornitore, Calea Girocului. Bruciato al crematorio

48. Sava Angela Elena, 25 anni, operaio, Cattedrale. Bruciata al crematorio.

49. Sava Florica, 33 anni,  commessa, Piazza  Traian.

50. Simicin Nicolae, 32 anni, operaio, Calea Lipovei.

51. Sporer Rudolf Herman, 33 anni, imbianchino, Calea Lipovei. Bruciato al crematorio

52. Stanciu Ioan, 42 anni, operatore chimico, Cattedrale. Bruciato al crematorio

53. Tako Gabriela Monica, 10 anni, scolara, Bd. Republicii.

54. Tasala Remus Marian, 23 anni, attrezzista e stampatore, Piazza  700 (con una ferita superficiale alla fronte). Accompagnato da amici all’Ospedale Provinciale, fu ritrovato con  una ferita d’arma da fuoco all’ospedale.

55. Todorov Miroslav, 25 anni, operaio, Str. Vasile Alecsandri.

56. Țîntaru Teodor Octavian, 21 anni, elettricista,  Ponte Decebal.

57. Varcuș Ioan Claudiu, 15 anni, studente, Calea Girocului.

58. Wittman Petru. Bruciato al crematorio

59. Zabulica Constantin, 30 anni, operaio, Piazza  Stefan Furtuna. Bruciato al crematorio

60. Blindu Mircea. Fucilato presso la Stazione   Est dal  milite Atomii Radu.

61. Zornek Otto, 53 anni, imbianchino. Ufficialmente dichiarato disperso. Probabilmente  fu bruciato assieme agli altri al crematorio.

62. Pisek Stefan. Ufficialmente dichiarato disperso. Probabilmente  fu bruciato assieme agli altri al crematorio.

63-70. Certificati medici non ritirati (del gruppo delle persone cremate). 5 di questi certificati potrebbero appartenere agli individui bruciati al crematorio rimaste senza certificato medico (la loro morte è stata stabilita tramite testimonianze), ossia  Csizmarik Ladislau, Florian Antoniu Tiberiu, Ewinger Slobodanca, Ianos Paris, Radu Constantin.

Timișoara 18 dicembre 1989:

1. Ciopec Dumitru Marius, 20 anni, meccanico elettricista, Calea Girocului.

2. Ianoș Paris, 18 anni, disoccupato, Calea Girocului. Bruciato al crematorio

3. Leia Sorinel Dinel, 23 anni, operatore chimico, Cattedrale. Identificato nel gennaio  1990 nella fossa comune  del Cimitero degli Eroi.

4. Mariutac Ioan, 20 anni, operaio, Cattedrale.  Identificato nel gennaio  1990 nella fossa comune  del Cimitero degli Eroi.

5. Nemțoc Vasile Marius, 19 anni, operaio, Cattedrale.

Timișoara 19 dicembre 1989:

1. Curic Veronica, 32 anni, casalinga, Mercato 1 Maggio (Iozefin).

2. Reiter Edita Irina, 39 anni, impiegata, Bd. Tinereții.
Immagine

Cititorilor în limba română recomand acest articol (care este și sursa mea iconografică pentru acest mic act de cinstire)

Advertisements

0 Responses to “SFORTUNATO IL PAESE CHE NON HA EROI”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




dicembre: 2012
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 59,629 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Tensioni nella Fyrom: Hooligans nell'aula del Parlamento picchiano Zaev, deputati e giornalisti 27 aprile, 2017
    Skopje - Una violenza mai vista è scaturita presso il Parlamento della Fyom-Macedonia. Degli hooligans si sono introdotti nell'aula parlamentare, dopo l'elezione del Presidente del Parlamento, Talat Xhaferi, il primo di nazionalità albanese eletto per ricoprire una carica così elevata. Il leader di SDSM, Zoran Zaev e almeno altre nove persone sono […]
  • Incontro sulla crisi nella Agrokor a Sarajevo 27 aprile, 2017
    Sarajevo - Il creditore del Governo croato per l'Agrokor, Ante Ramljak, ha incontrato il 27 aprile a Sarajevo i rappresentanti delle autorità della società Agrokor in Bosnia-Erzegovina ed ha parlato della crisi in tale gruppo nonché dei piani per gli affari in futuro. Come è stato annunciato, Ramljak ha incontrato il presidente del Consiglio dei Ministr […]
  • DF e SDP hanno preso la decisione di tenere referendum sulla NATO 26 aprile, 2017
    Podgorica - L'Assemblea dei rappresentanti eletti dai cittadini del Montenegro ha adottato la decisione di indire il referendum nazionale sull'adesione del Montenegro alla NATO, che si terrà solo quando saranno create le condizioni giuridiche e democratiche. La presente decisione è stata adottata durante una conferenza nazionale tenutasi a Murino, […]
  • Tribunale di Nicosia in merito alla KAP: Il processo fallimentare è legale 26 aprile, 2017
    Podgorica - Il Tribunale distrettuale di Nicosia ha abolito la misura temporanea del divieto della vendita e la cessione dei beni della società montenegrina Kombinat Aluminijuma Podgorica (KAP), il che significa che il tribunale Commerciale montenegrino sta svolgendo la procedura di fallimento in modo legale, ha sostenuto, mercoledì 26 aprile, il curatore fa […]
  • Sezione di Jadransko brodogradiliste Bijela venduta alla società turca 26 aprile, 2017
    Podgorica - Una piccola sezione (sezione IV) della società montenegrina Jadransko brodogradiliste Bijela (Cantiere navale a Bijela) con tutte le attrezzature appartenenti, è stata venduta all'unico offerente, la società turca Ozata Trasnaclika Sanayi ve Ticaret Limited, che ha presentato l'offerta alla quinta garra d'appalto, indetta il 7 marz […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: