Posts Tagged 'rom'

ITZIK, FRATTINI E LA ROMANIA

pasaportQUALCHE DATO UTILE: GRAN STRILLARE IN QUESTI GIORNI SU STAMPA E TV PER LA QUESTIONE ROMENA (CHE SPESSO SEMBRA PIÙ QUESTIONE ROM E ROMANA). DI IDIOZIE SE NE SONO SENTITE PARECCHIE. UNA DELLE PIÙ GETTONATE RIGUARDA IL TRATTATO DI SCHENGEN, CHE PER ALCUNI ANDREBBE SOSPESO PER FERMARE LE ORDE ROMENE. MAGARI SE QUESTI “ESPERTI” SI INFORMASSERO PRIMA DI APRIRE BOCCA, SCOPRIREBBERO CHE LA ROMANIA NON HA ANCORA SOTTOSCRITTO QUESTO ACCORDO, POI BISOGNEREBBE SPIEGARE LORO CHE RIMETTERE IN PIEDI TUTTI I PUNTI DI FRONTIERA LUNGO IL TERRITORIO ITALIANO COSTEREBBE UN BEL PO’ DI DENARO, RISULTEREBBE UNA ROTTURA DI PALLE PER NOI COMUNI MORTALI E, NON IN ULTIMO LUOGO, PROVOCHEREBBE L’ILARITÀ (MA ANCHE L’INCAZZATURA) DI TRE QUARTI D’EUROPA. NEL BACCANO POLITICO-MEDIATICO MI HA COLPITO – PER I TRATTI PATOLOGICI – IL CASO DEL MINISTRO FRATTINI CHE  CON ACUME LAPALISSIANO HA INFILATO QUESTA PERLA DI SAGGEZZA CON TANTO DI ANACOLUTO: “L’Italia vuole chiarire una volta per tutte che noi accogliamo e continueremo ad accogliere i romeni che lavorano rispettando la legge, ma al tempo stesso che saremo fermissimi nei confronti di coloro che non rispettano la legge”…MA NON CI DICA SIGNOR MINISTRO! SEMPRE FRATTINI HA AFFERMATO A DESTRA E A MANCA CHE BISOGNA FARE ESPIARE LE PENE NEL LORO PAESE D’ORIGINE AI ROMENI CONDANNATI IN ITALIA  – TRA LE RIGHE FACEVA PURE CAPOLINO  UN  PO’ D’ INVIDIA: E CHE CAZZO,  ALMENO LÀ UNA CONDANNA SI SCONTA TUTTA E IN CONDIZIONI DA GALERE DEGNE DI QUESTO NOME!  SIOR FRANCO PERÒ NON SA CHE UN ACCORDO BILATERALE PER TALI TRASFERIMENTI ESISTE DAL 2003 E CHE IN SEI ANNI DAL BELPAESE SI SONO AVVIATE LE PROCEDURE PER 57 RIMPATRI, DI CUI EFFETTIVAMENTE 8 GIUNTI A TERMINE. 57 RICHIESTE SU CIRCA 1000 CONDANNATI ROMENI IN VIA DEFINITIVA. AL MINISTRO ROMENO DELLA GIUSTIZIA PREDOIU,  DAVANTI A QUESTI DATI,  DEVE ESSERE TORNATA IN MENTE LA  BARZELLETTA IN CUI ITZIK PREGA OGNI SERA CON FERVORE DIO AFFINCHÉ GLI FACCIA VINCERE IL PRIMO PREMIO DELLA LOTTERIA. DOPO UN ANNO DI PREGHIERE INSISTENTI DAL CIELO TUONA LA VOCE DELL’ONNIPOTENTE: “ITZIK IO TI FAREI ANCHE VINCERE PERÒ ALMENO COMPRATI IL BIGLIETTO!”. COME DIRE: “FRATTINI IO I DELINQUENTI CONDANNATI ME LI RIPRENDEREI ANCHE, MA ALMENO MANDAMELI!” PER LA SERIE IL COLMO DEI COLMI INVECE IO SCEGLIEREI QUESTO ANEDDOTO: NEL 2007 LE AUTORITÀ ITALIANE HANNO RIFIUTATO DI ATTUARE CIRCA 100 MANDATI DI ARRESTO SPICCATI IN ROMANIA NEI CONFRONTI DI ALTRETTANTI MALVIVENTI ROMENI CHE “SOGGIORNA(VA)NO” NELLA PENISOLA. . .IN 67 CASI  NON C’ È STATA NEMMENO UN RISPOSTA. PENSATE ANCORA DI VIVERE IN UN PAESE NORMALE?

Portoghesi

atmVieni a sapere che il mese scorso  a Bologna un controllore su un autobus trova un gruppetto di zingari senza biglietto e comincia ad apostrofarli a maleparole. Dici: beh andarsene in giro senza biglietto non è cosa buona e giusta, ma allo stesso tempo da portoghese pizzicato hai il diritto di non ricevere insulti e apprezzamenti vari. Poi ti spiegano che sulla vettura ci stava tale lindaserra che  colta da impeto civile ha deciso di denunciare l’accaduto, prima con una lettera su Repubblica e poi sul suo blog. Pensi: beh lo stile “lettera al giornale” non è il mio, ma ognuno ha il diritto di aprire un contradditorio negli spazi che ritiene più opportuni sul tema della  buona educazione degli autoferrotranvieri e dei passeggeri. Inoltre l’autobus non è mica un luogo qualunque. Non è forse in un autobus che la mingherlina Rosa Parks sfidò le leggi dell’Alabama sedendosi nella parte del bus destinata ai bianchi? E forse la notizia dei primi moti della cosiddetta Rivoluzione di Timisoara non ha cominciato a viaggiare di bocca in bocca grazie alla gente in attesa del tram non lontano dalla casa del pastore Tokes? Quindi potrebbe essere che la lindaserra abbia colto al balzo l’occasione per lanciare l’allarme: il bus, che è un po’ lo specchio mobile della società, si è globalizzato, ma, a quanto pare, quei primitivi dei controllori sono incapaci di adeguarsi al cambiamento. Ora però scopri che il verificatore (certo che il burocratese ad oscenità lessicali non scherza) dopo la pubblicazione della lettera è stato sospeso dal lavoro (dura lex, sed lex?) e avendo un po’ di tempo libero ha cominciato a scrivere la sua versione dei fatti per poi spedirla alla Repubblica ( qualcuno esagerando chiama questa strana usanza “diritto di replica”). Al quotidiano  nessuno l’ha preso sul serio: preferiscono i monologhi. A questo punto non avendo veramente più nulla da fare, nostalgico, se ne è andato a rileggere i verbali redatti durante le sue “irruzioni” sul bus e, sorpresa, chi ti ritrova? La signora lindaserra! Multata sullo stesso autobus nel mese di settembre e nemmeno insultata! La denuncia civile in salsa bolognese si scioglie in schiumetta rabbiosa e vendicativa. Siamo al capolinea! Un compendio della vicenda lo trovate qui.


giugno: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 60,227 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Dall'1 agosto tutte le banche devono offrire tassi di interesse fissi 25 giugno, 2017
    Zagabria - Dopo l'annuncio che a causa dell'esposizione dei cittadini al rischio dei tassi di interesse, la Banca nazionale croata (HNB) sta preparando le raccomandazioni alle banche di porre l'accento sui tassi di interesse fissi, arrivano le prime mosse concrete. Così a partire dall'1 agosto le banche saranno tenute ad offrire ai client […]
  • Vice Premier Dalic e Ministro Pavic incontrano Ministro del Lavoro e Sistema Sociale dell'Iran 25 giugno, 2017
    Zagabria - Il Vice Primo Ministro della Croazia e Ministro dell'Economia, dell'Imprenditorialità e del Commercio, Martina Dalic, e il Ministro del Lavoro e del Sistema Pensionistico, Marko Pavic, hanno incontrato, lunedì 26 giugno, a Zagabria, il Ministro del Lavoro e del Sistema sociale della Repubblica Islamica dell'Iran, Ali Rabei. Gli inte […]
  • A breve inizia conteggio dei voti a condizione 25 giugno, 2017
    Pristina - Il Centro di Conteggio e dei Risultati esaminerà, a breve, altre scatole elettorali che saranno sottoposte al ri-conteggio, a causa dell'incompatibilità dei dati. Il coordinatore del Centro di Conteggio e dei Risultati (QNR), Burim Ahmetaj ha affermato che l'istituzione sta aspettando il report di audit, da inviare alla KQZ insieme alle […]
  • Gojkovic e Presidente del Parlamento del Marocco discutono del Kosovo e della cooperazione 25 giugno, 2017
    Belgrado - Il Presidente dell'Assemblea Nazionale della Repubblica di Serbia, Maja Gojkovic, ha incontrato, sabato 24 giugno, il Presidente della Camera dei rappresentanti del Regno del Marocco, Habib El Malki, che a nome del suo Paese ha partecipato all'insediamento del Presidente della Serbia, Aleksandar Vucic. Gojkovic e El Maliki hanno sottolin […]
  • Duric: I serbi devono prendere una delle tre posizioni di leadership in Kosovo 25 giugno, 2017
    Pristina - Il Direttore dell'Ufficio per il Kosovo nel Governo della Serbia, Marko Duric, ha affermato che i serbi del Kosovo devono avere una delle tre posizioni principali di leadership del Paese, le quali sono: il Presidente della Repubblica, il Presidente del Parlamento o il Primo Ministro.  Nel corso di un dibattito televisivo in Serbia, Duric ha a […]