Posts Tagged 'Xenia'

Amerika

Ieri ascoltando alla radio un delirio di Beppe Grillo su Cristoforo Colombo, Xenia, mia figlia, mi ha domandato: ‘Perché un colombo ha messo dei semi di pomodoro dentro tre caramelle? Era pazzo?’

Xenia 5

XENIA 5 e le foglie di rostopasca!

p1020042

AUGURI!

uki kuki

xen002

XENIA QUATTRO!

Steinberg, Bucureşti e altro

Sto rimettendo a posto un mio articoletto che dovrebbe apparire verso settembre, fuori ci sono quasi 40 gradi all’ombra, Antim dorme, Xenia sta distruggendo la casa e dunque mi sembra giusto darvene un assaggio…“Guardando verso Est” fa parte della serie di ‘carte geografiche inaugurata da Saul Steinberg con la celebre copertina del New Yorker del 29 marzo 1976. Rispetto alla versione originale, in questa variante la prospettiva prende avvio direttamente dal tavolo dell’artista allargandosi sulla città di New York verso l’Oceano Atlantico, passando per l’Europa, la Siberia, l’Asia e varcando l’Oceano Pacifico fino a ritornare di nuovo nella città americana, dietro la quale, a sottolineare la circolarità paradossale del disegno, sorgono o tramontano il sole e la luna. In questa ingegnosa rappresentazione, dove la realtà si articola attorno ad una topografia personalissima in cui la distanza tra la Lexington Avenue e Brooklyn è la stessa esistente tra New York e l’Europa, osservando attentamente l’area occupata dal Vecchio Continente, tra Venezia e il Mar Nero, si scorgono, lambite dal Danubio, le cittadine di Buzău e Buziaş, accanto a Bucarest, rappresentata dall’incrocio di due sole strade: Justiţiei e Palas

Questo scorcio descrittivo sulla capitale romena ci fa accedere allo spazio che Steinberg chiamerà «la mia patria», una patria della memoria che allo stesso tempo attrarrà e respingerà il suo unico e virtuale abitante. Saul Steinberg nasce a Rîmnicul Sărat nel 1914 e approderà con tutta la famiglia a Bucarest nel “paradiso di strada Palas” all’età di sei mesi. Nella capitale romena il padre, rilegatore di libri, aprirà una piccola fabbrica per la produzione di scatole. Steinberg rimarrà a Bucarest fino al 1933, anno in cui, partirà per Milano per iscriversi al Politecnico. Nel ‘41  lascia l’Italia e si trasferisce definitivamente negli Stati Uniti. Da militare americano ritornerà per l’ultima volta a Bucarest nel 1945. L’addio alla capitale romena sarà ricordato in una lettera scritta all’amico Aldo Buzzi, nel novembre dello stesso anno:

La tua lettera mi fa tornare molle e nostalgico e le vecchie cose come al solito appaiono bellissime. Ma sono stato fregato troppe volte da queste cose e so ora che la realità è quella di dove mi trovo […] Sono ritornato a Bucarest e ho rivisto le vecchie strade e gente e vorrei non ritornare più.

Il distacco definitivo da Bucarest è riferito in toni amari ed ironici molti anni più tardi anche all’ex compagno di liceo Eugen Campus rincontrato a Tel-Aviv:

Per me, la Romania è un capitolo chiuso. […]. Vi arrivai con un aereo americano inviato a rimpatriare alcuni piloti fatti prigionieri. Scesi dalla jeep americana in Calea Rahovei e rimasi sconvolto vedendo la casa dei miei genitori abbandonata, con le finestre coperte da assi di legno. Un bambino, che gironzolava attorno alla jeep con la bandierina americana e ammirava la mia uniforme, mi tranquillizzò: “Sono alla sinagoga. È Yom Kippur”. Rividi i miei genitori e poi me ne andai in fretta. Caricatura di Făt Frumos che ritorna a casa sul cavallo incantato, ma non compie alcun miracolo, nemmeno quello di punire i colpevoli.

Da questo momento Bucarest, la Romania, la «maledetta Balcania», come ebbe a dire in una lettera all’amico Buzzi, per Steinberg diventano uno spazio ambiguamente dintornato da reminiscenze e da amnesie tenacemente coltivate…” Finito lo spuntino chiudo con un paio di poderosi Steinberg, in ogni caso su di lui ed il suo mondo, andando in libreria, potrete compiacere occhi e cervello un po’ qui, quo e qua ! Ne riparleremo.         – il copyright sulle immagini è di saul steinberg foundation


giugno: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Contatti

anzianità di servizio

Blog Stats

  • 60,227 hits

Catrafuse Photos

rokkaku

drieu

carmelo

perec

Michael Wolf

Altre foto

RSS la rinascita balcanica

  • Dall'1 agosto tutte le banche devono offrire tassi di interesse fissi 25 giugno, 2017
    Zagabria - Dopo l'annuncio che a causa dell'esposizione dei cittadini al rischio dei tassi di interesse, la Banca nazionale croata (HNB) sta preparando le raccomandazioni alle banche di porre l'accento sui tassi di interesse fissi, arrivano le prime mosse concrete. Così a partire dall'1 agosto le banche saranno tenute ad offrire ai client […]
  • Vice Premier Dalic e Ministro Pavic incontrano Ministro del Lavoro e Sistema Sociale dell'Iran 25 giugno, 2017
    Zagabria - Il Vice Primo Ministro della Croazia e Ministro dell'Economia, dell'Imprenditorialità e del Commercio, Martina Dalic, e il Ministro del Lavoro e del Sistema Pensionistico, Marko Pavic, hanno incontrato, lunedì 26 giugno, a Zagabria, il Ministro del Lavoro e del Sistema sociale della Repubblica Islamica dell'Iran, Ali Rabei. Gli inte […]
  • A breve inizia conteggio dei voti a condizione 25 giugno, 2017
    Pristina - Il Centro di Conteggio e dei Risultati esaminerà, a breve, altre scatole elettorali che saranno sottoposte al ri-conteggio, a causa dell'incompatibilità dei dati. Il coordinatore del Centro di Conteggio e dei Risultati (QNR), Burim Ahmetaj ha affermato che l'istituzione sta aspettando il report di audit, da inviare alla KQZ insieme alle […]
  • Gojkovic e Presidente del Parlamento del Marocco discutono del Kosovo e della cooperazione 25 giugno, 2017
    Belgrado - Il Presidente dell'Assemblea Nazionale della Repubblica di Serbia, Maja Gojkovic, ha incontrato, sabato 24 giugno, il Presidente della Camera dei rappresentanti del Regno del Marocco, Habib El Malki, che a nome del suo Paese ha partecipato all'insediamento del Presidente della Serbia, Aleksandar Vucic. Gojkovic e El Maliki hanno sottolin […]
  • Duric: I serbi devono prendere una delle tre posizioni di leadership in Kosovo 25 giugno, 2017
    Pristina - Il Direttore dell'Ufficio per il Kosovo nel Governo della Serbia, Marko Duric, ha affermato che i serbi del Kosovo devono avere una delle tre posizioni principali di leadership del Paese, le quali sono: il Presidente della Repubblica, il Presidente del Parlamento o il Primo Ministro.  Nel corso di un dibattito televisivo in Serbia, Duric ha a […]